ORO 24kt€/g 34,91
QUOTAZIONE DI BORSA

NOI LO PAGHIAMO

  • 24kt  
  • 22kt  
  • 20kt  
  • 18kt  
  • 14kt  
  •  9kt  
inserisci il peso
da quotare in grammi
ARGENTO 999€/g 0,46
QUOTAZIONE DI BORSA

NOI LO PAGHIAMO

  • 999  
  • 925  
  • 800  
inserisci il peso
da quotare in grammi

Com'è nato il primo lingotto

lingotti oroLa storia dell'oro si intreccia a quella dell'uomo fin dagli albori, tanto che volendo tralasciare le tradizioni mitologiche e religiose, i dati precisi di questo lungo cammino si perdono nell'oblio della storia.

Si calcola che l'uomo abbia iniziato ad estrarre l'oro, con metodi chiaramente molto diversi, circa 6000 anni fa e che, fino ad oggi, ne siano stati recuperate circa 135.000 tonnellate. Tutto l'oro del mondo, di tutte le epoche, sarebbe appena sufficiente a costruire un cubo di 18 metri di lato. 
La rarità di questo metallo, unita alle sue uniche caratteristiche organolettiche, ne fa da sempre oggetto di desiderio. In suo nome si sono combattute guerre sanguinose e al suo splendore sono stati consacrati interi regni. 

Se originariamente il ruolo dell'oro fu limitato a quello di buon materiale (la sua proverbiale morbidezza lo rende di semplice lavorazione, anche se allo stato puro non si presta alla forgiatura ed è quindi necessario unirlo in lega ad altri metalli), non ci volle molto perché l'uomo ne riconoscesse il valore intrinseco e il ruolo di riserva di valore
Già nel mondo antico, in epoca antecedente alla caduta dell'Impero Romano, la potenza data dal possesso dell'oro caratterizzava e distingueva quella che allora era la civiltà.

I re persiani, gli egizi e i romani dimostrarono di conoscere bene questo ruolo, economico e sociale del metallo prezioso ed è questo il motivo per il quale non sono giunte fino a noi se non poche testimonianze di quella che era un'abilissima schiera di orafi e artigiani del settore.
Si riteneva infatti che il valore intrinseco del metallo, fosse di molto superiore rispetto a quello dato dalla fattura degli oggetti, che venivano di conseguenza sottoposti a continua fusione e trasformazione,
Il ruolo economico e finanziario dell'oro si scopre già attorno al IX secolo a.C., quando in Lidia iniziarono a circolare le prime forme di oro utilizzate a scopo commerciale, quale moneta, ma ben prima si hanno testimonianze dell'usanza di forgiare lingotti e dell'abitudine, da parte dei singoli governi, di marchiarli per attestarne peso e qualità.

La forma del lingotto, oggi così importante nella nostra economia (è si una forma di investimento, ma è anche e soprattutto la forma che assume l'oro quale riserva di ricchezza e a tale scopo è conservata dalle Banche Centrali), viene quindi da molto lontano. 
Le testimonianze, ovviamente non sono precise, ma si racconta che Creso, ultimo re dei lidii, avesse donato al tempio di Apollo si Delfo ben 117 lingotti di metallo prezioso e che già in Babilonia nel III millennio a.C. o addirittura in Egitto mille anni prima, vigesse l'usanza di utilizzare lingotti d'oro standardizzati, che avevano un peso di 14 grammi l'uno e che portavano inciso il nome del faraone regnante.

Ancora oggi la forma squadrata di quei piccoli parallelepipedi gialli è in grado di suscitare fascinazione e interesse, anche se non ci si può nascondere che il loro ruolo sia eminentemente quello di oggetti da investimento, con risultati più sicuri e più stabili di quelli in media raggiungibili puntando sull'oro c.d. finanziario.
Acquistare barre d'oro e d'argento o quote di esse è ancora oggi una delle soluzioni preferibili per diversificare il proprio portafoglio e mettere al riparo una parte di capitale. 
La facilità di trasporto, di stoccaggio, nonché il veloce disimpegno che porta immediata liquidità al bisogno, rende l'oro in lingotti, oggi come ieri, al vertice dell'ecosistema finanziario mondiale.

Grazie alle leggi vigenti questa forma di allocazione dei capitali non è più appannaggio dei grandi possidenti o delle Banche, ma è accessibile ai privati, che possono così prendere parte al proficuo gioco dell'investimento in oro fisico, in base alle proprie disponibilità.
L'acquisto e la cessione sono oggi facilitati dall'ingresso sul mercato dei preziosi, di nuovi intermediari: i compro oro e banco metalli, che forniscono una serie di servizi a favore dei piccoli e medi investitori, questo fino a qualche anno fa era impensabile: grazie ad essi, chiunque oggi può decidere di fare il proprio ingresso sul mercato dell'oro che, come è noto, viene scambiato fuori borsa, sulla base di transazioni che in genere avvengono direttamente tra cedente e cessionario.
Basta decidere di farlo e aderire ad una delle loro offerte, magari approfittando della presenza di dedicate piattaforme online, registrarsi e aprire un conto. 
La procedura corretta e il rispetto di leggi e regolamenti, sono assicurati dalla concessione di autorizzazioni governative all'esercizio dell'attività di intermediari finanziari.

  • Come si valuta l'oro usato?

    oro usatoQuando si prendere la decisione di vendere il proprio oro usato, sia che si tratti di gioielli fuori moda che di ori di cui ci si vuole disfare per i più svariati motivi, diventa fondamentale effettuarne la sua valutazione. Per poterlo fare nel migliore dei modi sarà necessario andare alla ricerca di un valido e serio professionista specializzato nella negoziazione del metallo prezioso. La scelta non sarà semplice in considerazione del fatto che il mercato brulicata di competitori, per cui ...

  • Perchè siamo diversi dai vari compro oro?

    compro oro A Peso d'OroSiamo una Società attiva da diversi anni nell'ambito del commercio all'ingrosso di oro, argento e metalli preziosi che vengono recuperati o destinati alla fusione.Onestà e trasparenza sono sempre stati i nostri principali cardini, fin dal suo inizio, e proprio la professionalità e la chiarezza, hanno consentito al brand A Peso d'Oro di conquistarsi una vasta clientela e una grande fiducia anche da parte di collaboratori che hanno aderito alla rete di franchising che porta questo nome. 161 ...

  • Il compro oro, affidabile e sicuro

    vendere oro usatoGli italiani vendono oro usato. Questo il dato emerso dalle più recenti indagini statistiche, secondo le quali nell'ultimo anno quasi il 30% dei nostri concittadini si è rivolto al mercato dei preziosi per rivendere i propri beni. I motivi sono i più diversi, dalla necessità di recuperare liquidità in modo legale e rapido. alla semplice voglia di liberarsi di oggetti non più in uso senza disperderne il valore. Quale che sia l'input una cosa è certa: si cerca la professionalità, la ...

  • Scegli il compro oro, per la valutazione del tuo oro usato

    valutazione oro usatoEcco tutto quello che devi sapere sul compro oro, se vuoi vendere o acquistare oro usato, per saperti orientare e massimizzare il tuo investimento. Nella presente guida illustreremo gli elementi che è bene conoscere prima di decidere di acquistare o vendere in cambio di denaro, il proprio oro. Innanzitutto è bene sgombrare il campo da un equivoco di fondo: la locuzione "oro usato" è in parte impropria. Con essa comunemente si indica l'oro lavorato, ovvero utilizzato per forgiare oggetti e ...

  • Le gioiellerie convertono la propria attività in Compro Oro

    compro oroIl franchising del compro oro è il nuovo business di successo. Molti Banco Metalli ampliano la propria operatività attirando con il proprio marchio di successo nuovi operatori commerciali.  Aprire un Compro oro in franchising è conveniente per tutti coloro che operano nel settore da diverso tempo (ex gioiellerie o orologerie), o che intraprendono questo percorso come prima esperienza lavorativa. È il caso di B.G. di Bari che, dopo aver perso il lavoro, ha deciso di investire una parte dei ...