ORO 24kt€/g 34,07
QUOTAZIONE DI BORSA

NOI LO PAGHIAMO

  • 24kt  
  • 22kt  
  • 20kt  
  • 18kt  
  • 14kt  
  •  9kt  
inserisci il peso
da quotare in grammi
ARGENTO 999€/g 0,44
QUOTAZIONE DI BORSA

NOI LO PAGHIAMO

  • 999  
  • 925  
  • 800  
inserisci il peso
da quotare in grammi

Fusione dell'oro, come recuperare oro puro dai rottami

L'oro usato che viene acquistato, principalmente sotto forma di gioielli, può non essere rivendibile per cause diverse, quali oggetti non integri o perché magari proveniente da protesi dentarie, ma anche posate, orecchini rimasti spaiati, piatti e quant'altro. In questi casi è obbligatorio fondere il metallo vecchio per recuperare quello puro e dargli quindi una nuova forma.

fusione oroIl punto di fusione, cioè la temperatura necessaria perché l'oro diventi liquido è di 1064 gradi centigradi.
Attualmente, per liquefare il metallo, vengono preferiti forni che usano una miscela di acetilene ed ossigeno, l'oro così trasformato verrà poi colato in appositi stampi. Questi possono essere di materiali argillosi e messi in forma tramite cera che viene automaticamente eliminata quando entra in contatto con il materiale fuso. Il procedimento viene chiamato a cera persa. Normalmente è il sistema più usato per fondere lingotti o gettoni.

I passi necessari a produrre l'oro puro sono i seguenti: nel crogiolo, agli oggetti da liquefare vengono aggiunti salnitro e borace in quantità minime. Il salnitro rende più liquido l'oro fuso e la borace protegge dall'ossidazione.
Una volta raggiunta la temperatura desiderata il crogiolo, le cui pareti sono state precedentemente unte con olio di lino per facilitare lo scorrimento del metallo, viene rapidamente estratto dal forno ed il suo contenuto colato prima che si solidifichi nuovamente. Da questa colata si formerà una barra che dovrà essere analizzata per controllare la purezza del metallo. La fusione serve anche a separare l'oro dagli altri metalli con i quali formava varie leghe. Questo procedimento si chiama affinazione. Un bagno in acido solforico toglierà gli scarti e renderà brillante il manufatto, quasi sempre siamo in presenza di un lingotto, che dopo l'analisi già nominata, potrà essere messo in commercio.
Per evitare possibili riciclaggi di refurtiva la legge vieta alle fonderie di comprare direttamente da privati cittadini.

Gli operatori per poter effettuare vendite di oro usato devono essere in possesso di autorizzazioni specifiche rilasciate dalle autorità competenti.
Per la preparazione di gioielli vengono usati crogioli di dimensioni ridotte. Lo stampo dove verrà versata la colata dell'oro è lievemente sovradimensionato in quanto durante il raffreddamento che segue la trasformazione da stato liquido a solido il metallo si ritira circa dell'uno per cento. 
Oltre alla già nominata fusione a cera persa vengono usati altri processi, tra i quali la microfusione. E' questo uno dei più usati per ottenere oggetti di ottima qualità.

La pressofusione si differenzia dalle altre in quanto il metallo, dopo essere stato fuso, viene inserito nella forma con una pressione elevata che permetterà al metallo di aderire meglio alle pareti della forma stessa e di conseguenza si avrà una migliore finitura.
La colata può essere effettuata anche in una forma permanente, chiamata conchiglia, realizzata in ghisa o acciaio che verrà conservata per essere usata in produzioni in serie.
Nel corso dei secoli, la lavorazione dell'oro, finalizzata alla creazione di monili, non ha subito cambiamenti notevoli.

I gioielli vengono sempre ottenuti attraverso la fusione del prezioso metallo. Quindi le tecniche si differenziano in base alla creazione e si possono avere lavori eseguiti utilizzando la tecnica del cesello, o la filigrana o lo sbalzo.
Pezzi pregevoli sono giunti fino a noi, ogni epoca caratterizzata da un metodo specifico, come la granulazione dell'epoca etrusca o la grande quantità di oggetti artistici del Medioevo.
In tutti i tempi è molto rappresentata l'oreficeria sacra, per la quale esistono una quantità notevole di oggetti, come le croci e le tiare ornate con pietre. 
Oggi la grande distribuzione offre gioielli prodotti in serie, ma pur sempre di buona qualità.
Chi desidera un pezzo unico o particolare dovrà rivolgersi ad un gioielliere che sia anche un artigiano esperto.

Sempre più difficili da trovare, si tratta di veri e propri artisti che possiedono crogioli di dimensioni veramente ridotte, e che provvedono personalmente ad effettuare ogni passaggio, a partire dalla fusione per arrivare all'oggetto finito che viene realizzato con la massima cura ed attenzione anche per i minimi particolari.

  • Prezzo oro usato. Come si stabilisce?

    valutazione oro usatoLa compravendita di oro usato è un vero e proprio mercato in espansione che attira sempre più persone. Il prezzo dell'oro è in continuo aumento e mai prima d'ora aveva raggiunto livelli tanto alti da indurre molti risparmiatori ad aggirarsi per le botteghe di antiquari e robivecchi in cerca di qualche gioiello da acquistare per poi rivenderlo ad un prezzo maggiore, guadagnando in questo modo anche molti soldi. Fare investimenti comprando oro usato, gioielli, lingotti anche online impone la ...

  • Quotazione oro, chi decide?

    quotazione oro e fixingL'oro è da sempre considerato il bene rifugio per eccellenza e come tale gode dei favori di investitori i quali sono spinti dal desiderio di mettere nel proprio portafogli titoli che siano in grado di dare sicurezza. Una reputazione praticamente indistruttibile che non ha risentito molto neanche di alcune forti oscillazioni della sua quotazione intervenute negli ultimi mesi che spinge sempre molti investitori a rivolgersi al metallo prezioso piuttosto che a titoli azionari la cui volatilità ...

  • Quali sono le differenze tra oro puro e lavorato?

    oro lavoratoL'oro, fin dall'antichità, è sempre stato un metallo apprezzato sia come mezzo di scambio che come monile, caratteristiche che ha mantenute inalterate nel tempo.Quando si parla di oro si tratta di comprendere quali sono le differenze sostanziali tra oro puro e lavorato e capire come avviene la fusione del prezioso metallo e la creazione dei lingotti. Per oro puro si intende l'oro a 24 carati equivalente a 999 grammi di oro ogni 1000 grammi di leghe, mentre si parla di oro lavorato quando il ...

  • Fixing oro, cos'è e come si definisce il prezzo?

    fixing oroIl fixing oro è il metodo utilizzato per fissare il prezzo dell'oro, attraverso valutazioni di determinati strumenti quali tassi e quotazione dei metalli preziosi (oro, argento, platino, rodio, iridio e palladio). La quotazione determina il valore del metallo ad un orario prestabilito del giorno, tale quotazione (che per l'oro avviene due volte al giorno), viene utilizzata dagli operatori del settore, inclusi i negozi di vendita e acquisto oro. Dato che si tratta di speculazioni di mercato ...

  • L'oro usato rovinato, ripristinarlo o venderlo?

    prezzo oro usatoIn tempo di crisi economica, come quello che stiamo vivendo attualmente, capita di voler realizzare un piccolo capitale finanziario da poter utilizzare nei più svariati modi. Una delle possibilità più concrete e veloci è quello della vendita dell'oro usato e magari un pò rovinato che tutti noi conserviamo a casa. Ma conviene effettivamente vendere l'oro usato oppure è possibile rigenerarlo? Cerchiamo di valutare insieme la scelta migliore. Innanzitutto occorre capire dove e come è ...